All images published on this site are granted for the sole purpose of consultation, all other uses are prohibited under Law 633/41 and subsequent amendments and pursuant to the Berne Convention on Copyright. The name of the author’s name is mandatory, pursuant to Presidential Decree 19/79

Tutte le immagini pubblicate su questo sito sono concesse per la sola consultazione, tutti gli altri utilizzi sono interdetti ai sensi della legge 633/41 e successive modifiche e ai sensi del Trattato Internazionale di Berna sul Diritto d’Autore. La menzione del nome dell’autore è obbligatoria, ai sensi del DPR 19/79

 

 

“Lei avuto un’idea geniale meriterebbe di stare alla biennale di Venezia”, lo disse il dott. Paolo BARATTA https://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Baratta_(politico)   Presidente della biennale di Venezia – non chiese ne chiederà, non gli piace non per orgoglio ma, per onestà intellettuale. Entrò per caso alla sua mostra personale nella galleria “Le Opere” in via di Monte Giordano a Roma nel 2011. Non sopporta le raccomandazioni, né i ruffiani, ed è sicuro che se uno possieda TALENTO E FORZA DÌ VOLONTA’ alla fine arriverà. (SEMPRE SE SI SA VENDERE MA, LUI RITIENE CHE UN VERO ARTISTA NON DEVE SAPERSI VENDERE SENNO’ SENZA AVER NULLA CONTRO AI COMMERCIANTI, SAREBBE UN COMMERCIANTE NON UN ARTISTA) Se gli altri si fanno raccomandare, non sono più furbi di lui ma, solamente dei poveri di spirito. Lui per canto suo si sente già arrivato poiché, lo fa come PASSIONE e iniziò solamente nel 2004, purtroppo non ci aveva mai pensato di poter esporre le sue fotografie – anche se fotografa da quando aveva undici anni – fu l’architetto Beatrice PALMA che, gli propose di esporre nel suo studio di architettura dicendogli se avesse il coraggio di mettersi in discussione e lui Le rispose “al massimo mi tireranno due pomodori rossi…” e accettò la sfida, PUBBLICAMENTE VUOLE RINGRAZIARLA INFINITAMENTE! Per principio non volle mai pagare per partecipare alle sue mostre, (alcune volte si fece sponsorizzare ma, i professori non gli chiesero nulla, diede lui di sua spontanea volontà una sua opera alla fine della mostra. Fece mostre curate dai più famosi curatori e professori di storia dell’arte in primis il prof. Achille Bonito OLIVA https://it.wikipedia.org/wiki/Achille_Bonito_Oliva  (detto ABO) con lui ebbe l’onore di farci una personale e una collettiva. Poi fu la volta del prof. Stefano PAPETTI direttore della Pinacoteca di ASCOLI PICENO http://docenti.unicam.it/tmp/cr716.pdf ; in una personale nel palazzo BRECCIA FRATADOCCHI a Fermo. Infine per diritto partecipò alla “biennale di fotografia anno 0” curata dal prof Vittorio SGARBI https://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Sgarbi ; perché arrivò fra i primi tre della “I biennale d’arte contemporanea su facebook” (alla quale partecipò per gioco, difficilmente partecipa a concorsi). Curò le sue mostre anche la dott.ssa Marina AMORI, dott.ssa Maria ARCIDIACONO, sig. Giorgio BERTOZZI, dott.ssa Miriam CASTELNUOVO, dott. Luca FABBRI, dott.ssa Sveva MANFREDI ZAVAGLIA, storica dell’arte dott.ssa Rosanna MELE, dott.ssa Michaela MENESTRINA, storica dell’arte Mattea MICELLO, dott.ssa Laura RAMOINO, dott. Umberto SCROCCA, e storica dell’arte Ferdan YUSUFI

 

 

 

“She had a brilliant idea she deserves to be at the Venice Biennale,” said Dr. Paolo BARATTA President of the Venice Biennale – he did not ask for it, he does not like it for pride but for intellectual honesty. He accidentally entered his personal show at the “Le Opere” gallery in via Giuseppe Giordano in Rome in 2011. He does not endorse the recommendations or the ruffians, and he is sure that if one possesses TALENT AND STRENGTH, he will eventually arrive. (ALTHOUGH IF YOU CAN SELL IT, IT SAYS THAT A TRUE ARTIST DOES NOT KNOW SELLING WITHOUT ANY ANTI-COMMERCIAL, THAT A TRADER IS NOT AN ARTIST) If others are to recommend, they are not wiser than him, but only the poor of spirit. He, for his part, feels he has already arrived since, he does it as PASSION and started only in 2004, unfortunately he had never thought of being able to exhibit his photographs – even if he was photographer since he was eleven – was the architect Beatrice PALMA, he proposed to exhibit in his architectural studio telling him if he had the courage to question him and he replied, “I’m going to pull two red tomatoes at a time …” and accepted the challenge, PUBLISHING LOVE TO FIND INFINITLY! At first he never wanted to pay for his exhibitions, (he sometimes sponsored, but the professors did not ask him anything, he made his own will at his end at the end of the exhibition. He did exhibitions curated by the most famous curators and professors of Achille Bonito OLIVA (ABO) with him was honored to be a personal and a collective. Then was Professor Stefano PAPETTI director of the Pinacoteca di Ascoli Piceno, in a personal in the palace Breccia Fratadocchi Fermo. Finally by law participated in the “photo biennial of the year 0” curated by Prof. Vittorio SGARBI, because he came to the top three of the “Contemporary Biennial of Contemporary Art on facebook” (to which he participated in the game, hardly participates in competitions). Your exhibitions were also attended by Dr. Marina AMORI, Dr. Maria ARCIDIACONO, Mr. Giorgio BERTOZZI, Ms. Dr. Miriam CASTELNUOVO, Dr. Luca FABBRI, Dr. Sveva MANFREDI ZAVAGLIA, art historian Dr. Rosanna MELE, Dr. Michaela MENESTRINA, art historian Mattea MICELLO, Dr. Laura RAMOINO, dott. Umberto SCROCCA, and art historian Ferdan YUSUFI